Perché gli “Avrebbero dovuto”, “...avrebbero potuto” o “Avrei dovuto...” non aumentano la sicurezza in immersione

Quando le cose vanno male, o accadono degli incidenti, è facile identificare come il problema avrebbe potuto essere previsto semplicemente applicando una delle seguenti frasi “Se solo avessero fatto questo...”, “Avrebbero dovuto fare quello...”, “Avrebbero anche potuto fare così...” o “Io avrei fatto...”. Lo facciamo perché stiamo cercando di identificare un modo per poter evitare che la stessa cosa si ripeta in futuro.

È una reazione naturale. Stiamo cercando di porre ordine al disordine ed è nota come ‘ragionamento controfattuale’. Nella sua forma più basilare, pensiamo che se le persone avessero preso delle decisioni differenti, il risultato sarebbe stato diverso. Sfortunatamente, stiamo applicando dei fatti che non esistono ad una storia, per raccontarne una diversa, una con un finale felice.

Di seguito una coppia di esempi di ragionamento controfattuale relativi alle...

Continue Reading...

Quanto sono sicure le tue immersioni?

Che cosa significa “sicura” per te? Il dizionario la definisce come “protetta da, o non esposta a pericoli o rischi; improbabile che venga danneggiata o persa” nell’ambito delle immersioni, noi spesso pensiamo ad un rischio fisico. Il che può includere problemi decompressivi, ferite causate da organismi animali, essere separati dalla barca o dal gruppo, rimanere impigliati, perdersi in un sistema di grotte od esaurire i gas. Sono tutti esiti profondamente negativi e dei quali dovremmo preoccuparci. Alcuni di questi sono apparsi nell’articolo scientifico pubblicato dal DAN nel 2008 (“Common causes of open-circuit recreational diving fatalities”), nel quale vengono esaminati gli inneschi, gli eventi ed infortuni invalidanti e le cause di decesso durante le immersioni. Quindi dovrebbero assolutamente essere presi in considerazione per lo sviluppo dei nostri piani di gestione del rischio e delle immersioni.

E le altre forme di...

Continue Reading...

I test pre-immersione e le liste di controllo non sono sempre sufficienti a prevenire problemi legati all’attrezzatura!

Uno dei concetti chiave che insegno è che la sicurezza non è necessariamente l’assenza di rischi od incidenti, ma piuttosto la presenza di barriere e difese che permettono al sistema di fallire in sicurezza. Questa definizione arriva da Todd Conklin, un ricercatore e professionista che lavora nell’ambito della sicurezza e delle performance umane nell’industria americana. L’idea è che si sviluppino delle capacità tecniche e non tecniche, che si creino attrezzature, procedure ed addestramenti e che si gestisca la situazione così che si possano affrontare rischi ad un livello gestibile. Tuttavia, non possiamo creare o gestire qualunque cosa in anticipo, quindi dobbiamo essere in grado di affrontare gli eventi imprevisti e poi condividerne le storie, in modo che anche gli altri possano imparare.
 

Nelle immersioni con il rebreather, uno dei modi migliori per accertarsi che la macchina sia pronta e sicura è di...

Continue Reading...
Close

50% Complete

Subscribe Now!

You'll get notified of updates and news.
And we promise not to share, sell or give away your personal details!